difficolta-nelle-relazioni-con-gli-altri-cosa-fare

DIFFICOLTÀ NELLE RELAZIONI CON GLI ALTRI: COSA SI PUÒ FARE

Condividi l'articolo!

Nell’uomo la spinta a relazionarsi è forte: le persone sono in relazione con se stesse, con l’altro, con la sua famiglia, amici e con la società e l’ambiente circostante. Generalmente le relazioni interpersonali ci arricchiscono e ci fanno star bene. Talvolta, però, possono essere fonte di intensa sofferenza e disagio. Come la ricerca della relazione anche la rottura è forte e crea sofferenza, fin dall’infanzia, nel momento della separazione dalla figura di riferimento. Le difficoltà nelle relazioni hanno spesso a che fare con due sfere importanti di noi: una sentimentale e una sociale.

Come si manifestano le difficoltà nelle relazioni

La qualità delle relazioni che abbiamo creato o vorremmo creare è determinante per il nostro benessere. Può accadere che i rapporti per noi significativi comportino fatica di gestione e sofferenza dovuta a diversi fattori tra cui:

  • Intensa conflittualità.
  • Comunicazione poco efficace.
  • Difficoltà  a comprendersi.
  • Rancori.
  • Aspettative irrealistiche.

Un problema relazionale può impedire alla singola persona di vivere in modo positivo la relazione, di provare un forte senso di disagio ed inadeguatezza che può portare ad isolamento, rabbia e diffidenza.

Relazionarsi comporta il reciproco inviare e ricevere informazioni. Generalmente le difficoltà nelle relazioni riguardano il comunicare, sia verbalmente che non verbalmente. I problemi possono nascere e mantenersi in relazione a dinamiche comunicative disfunzionali che possono divenire paradossali.

Difficoltà nella Famiglia

Le relazioni familiari si compongono di equilibri che sono mutevoli nel tempo. Il cambiamento può portare a sperimentare delle difficoltà che talvolta si strutturano come particolarmente intense. Queste possono riguardare i figli, la famiglia d’origine, la famiglia intesa come coppia. Può accadere che i legami si ledano e creino interazioni che causano difficoltà  e sofferenza in uno o più dei membri della relazione. A questo rischio si aggiungono gli eventi burrascosi che determinano cambiamenti: ad esempio nascita di figli, cambio o perdita di lavoro, malattie, lutti, divorzi, nuove unioni. Uno dei componenti generalmente ha la necessità di evidenziare maggiormente il disagio che sperimenta.

Difficoltà nelle relazioni di Coppia

Come per altre relazioni, anche quella di coppia ha un inizio ed un’evoluzione nel tempo, evoluzione che interessa sia i singoli partner sia la relazione tra loro. Non sempre gli equilibri restano funzionali. Può capitare che i partner sentano il legame come insoddisfacente e limitante, non basato su una comprensione reciproca, contribuendo alla relazione al 50-50. Capita che ci si ritrovi in una situazione di “stallo” in cui i partner si accontentano di restare in una dinamica insoddisfacente senza riuscire a trovare strategie per cercare un equilibrio. La comunicazione e l’interazione possono diventare frustranti e disfunzionali.

Come si possono affrontare le difficoltà relazionali?

L’aspetto determinante per raggiungere un cambiamento sarà riconoscere che c’è un problema, sviluppando una consapevolezza. Successivamente si potrà capirne la causa e trovare gli strumenti e il sostegno per affrontarlo. L’obiettivo di un sostegno psicologico mira ad identificare i fattori responsabili del disagio e del mantenimento della situazione attraverso un cambiamento di prospettiva. Sarà utile ristabilire un clima di fiducia sia verso di sé sia verso l’altro, lavorando sui comportamenti e sugli atteggiamenti disfunzionali, prendendosi cura della relazione e trovando modi costruttivi di confronto.

Insieme creeremo un percorso e stabiliremo degli interventi che possono aiutare ad evidenziare le problematiche, rendere più chiare le modalità  di interazione disfunzionale e supportare nella ricerca di strategie per modificare le dinamiche relazionali per il raggiungimento di un nuovo equilibrio che tenga conto della negoziazione tra le esigenze di tutti. L’intento è mettere in luce i propri punti di forza, adattando il proprio stile affettivo riscoprendo o apprendendo strategie per affrontare le difficoltà.