sintomi-ansia-quali-sono-come-riconoscerli

SINTOMI DELL’ANSIA: QUALI SONO E COME RICONOSCERLI

Condividi l'articolo!

Tutti conosciamo l’ansia e i suoi sintomi, quella sensazione sgradevole caratterizzata da un diffuso stato di apprensione e dalla percezione di un pericolo imminente, più o meno reale.

L’ansia è una reazione del tutto normale ed evolutiva in risposta ad un pericolo oppure a un fattore stressante. In associazione a tale attivazione, si verificano diversi cambiamenti a livello psicologico e fisico che forniscono l’energia e la forza necessaria per far fronte alla condizione di pericolo. Tuttavia, parliamo di disturbo d’ansia quando questa causa del disagio importante e cioè quando:

  • Si manifesta in momenti inappropriati.
  • Si manifesta spesso, con una certa frequenza.
  • É talmente intensa e duratura da interferire con le normali attività di una persona.

Sintomi dell’ansia

L’ansia può presentarsi all’improvviso, come nel disturbo di panico, oppure gradualmente, nel corso del tempo (ore, giorni, settimane..). Può durare da pochi secondi a minuti. L’ansia è percepita in modo diverso da persona a persona ed anche la sua manifestazione è variabile. Il disagio prodotto dall’ansia che è un minimo comune denominatore è quel senso di non avere controllo, come una disconnessione tra mente e corpo. La persona vive una paura e preoccupazione, oppure teme un luogo o un evento specifico.

I sintomi psicologici più comuni dell’ansia possono essere riassunti in:

  • Preoccupazioni eccessive ed apprensione.
  • Tendenza alla catastrofizzazione.
  • Irritabilità anche alla minima sollecitazione ed impazienza.
  • Vergogna.
  • Difficoltà a concentrarsi e scarsa attenzione nelle attività quotidiane.
  • Sensazione di perdita della propria personalità e del senso della realtà.
  • Sensazione di affaticamento e stanchezza ma con difficoltà a rilassarsi.
  • Disturbi della memoria.
  • Disturbi del sonno.

I sintomi fisici, neurovegetativi, sono rappresentati da:

  • Battito cardiaco accelerato o non regolare (aritmico).
  • Difficoltà alla respirazione.
  • Senso di oppressione toracica.
  • Fame d’aria (dispnea) e sensazione di soffocamento.
  • Respirazione accelerata (iperpnea).
  • Dolore toracico.
  • Stordimento, vertigini, sensazione di instabilità e mancato equilibrio.
  • Svenimento imminente (lipotimia).
  • Vampate di calore o di freddo.
  • Sensazione di “nodo in gola”.
  • Sudorazione eccessiva.
  • Senso di debolezza e stanchezza (specialmente agli arti inferiori).
  • Tensione muscolare.

Infine, concludiamo con la risposta comportamentale molto comune nei sintomi ansiosi:

  • Evitamento delle specifiche situazioni.
  • Ricerca delle vie di fuga ed allontanamento.
  • Immobilizzazione.
  • Reazioni eccessive di fronte agli stimoli.

Voglio ricordare che i sintomi dell’ansia in generale possono variare notevolmente e differire da persona a persona.

Riconoscere l’ansia

Riconoscere i sintomi dell’ansia non è semplice. Molti di questi sono comuni sia a normali situazioni ambientali (indigestione, attività fisica, spavento, etc) sia ad altre situazioni patologiche. Non è possibile stabilire a priori che, per esempio, una frequente tachicardia elevata sia senza dubbio ansia.

Sarà fondamentale escludere tutte le eventuali cause organiche.

Dall’ansia e dai disturbi ansiosi si può migliorare e guarire. Per farlo, in molti casi è necessario ricorrere a un percorso di terapia psicologica. Per alleviare i sintomi dell’ansia, inoltre, possono essere di grande aiuto alcuni rimedi naturali.